BLUETTI AC200P: Recensione Di Una Camperista

BLUETTI AC200P: Recensione Di Una Camperista

Ogni camperista ha avuto prima o poi il problema dell’autonomia elettrica in camper. BLUETTI AC200P risponde a questa esigenza con le sue power station, o generatori solari: grazie alle batterie agli ioni di litio LiFePO4, le power station BLUETTI garantiscono autonomia elettrica su camper, barche, casa e in qualsiasi ambiente si abbia bisogno di corrente elettrica e non si disponga (o non si voglia disporre) di allaccio alla 220V.

Modello BLUETTI AC200P

bluetti power station ac200p per camperista

Come si possono utilizzare dispositivi elettrici o elettronici per lungo tempo dove non c’è allaccio elettrico, ad esempio su un camper fuori dai campeggi? Se si utilizzano dispositivi elettrici a basso consumo e per un breve tempo, basta che il camper sia provvisto di un inverter ad onda pura sinusoidale e di una batteria servizi AGM: in questo modo è possibile utilizzare un computer portatile e, per breve tempo, un phon domestico, un frullatore ad immersione, un fornetto, ecc.. Non è una vera e propria autonomia elettrica, però, perché per non scaricare troppo la batteria servizi questi dispositivi devono essere usati per breve tempo. Alcuni utilizzano un Efoy, un generatore a cella combustibile, ma è una scelta piuttosto costosa e poco performante, utilizzabile solo per dispositivi a basso consumo (max 150W). Nel caso di utilizzo di apparecchi con un certo consumo, oltre i 600W, come un condizionatore, un forno elettrico di tipo “domestico”, ecc., fino ad ora i camperisti avevano due scelte:

  1. Generatore di corrente (a benzina o gasolio)
  2. Impianto fisso con batterie al litio (o ioni di litio) e inverter

Valutiamo le opzioni:

1. Generatore di corrente a carburante

generatori di corrente a benzina o gasolio forniscono una autonomia pressoché illimitata se si ha la possibilità di rifornirsi di carburante. I generatori però sono costosi, rumorosi (troppo se si hanno persone intorno), maleodoranti e per loro natura stessa inquinanti.

2. Impianto fisso con batterie al litio ed inverter

Gli impianti con batterie al litio ed inverter, fissi, hanno un basso impatto ambientale perché non utilizzano combustibili di alcun genere, garantiscono una buona autonomia grazie alla possibilità di ricarica tramite energie rinnovabili, come i pannelli solari, o corrente elettrica. Il costo di questi impianti, purtroppo, è davvero molto alto, nell’ordine dei 4000 euro se realizzati con materiali di qualità e da personale specializzato, con l’incognita dichiarata dalle aziende specializzate nella realizzazione di questo tipo di impianti che non “riescano a fare il loro dovere” (so di officine che rifiutano la realizzazione di questo tipo di impianto proprio per l’alta probabilità di non soddisfare il cliente).

A questo punto ti starai chiedendo: e quindi? Come risolvo il problema?

Ecco che entra in scena la power station BLUETTI, un impianto di batterie al litio LiFePO4 compatto e portatile con inverter ad onda pura sinusoidale.

 

Lati positivi e negativi della Power Station BLUETTI AC200P

I lati positivi saltano subito all’occhio di chiunque, anche a chi non è esperto del settore: basso impatto ambientale (ricarica delle batterie tramite pannelli solari o 220V), buona autonomia elettrica, prezzo estremamente vantaggioso rispetto ad impianti fissi con batterie al litio ed inverter, costo dell’energia elettrica più basso rispetto ai generatori di corrente a benzina o gasolio. La caratteristica che, a mio avviso, la rende davvero la scelta ottimale in una varietà impressionante di situazioni è la sua portabilità: puoi portarla in camper solo quando ne hai bisogno, la puoi usare in casa, e in tutte quelle situazioni, e sono molteplici, in cui vorresti avere corrente elettrica ma non ce l’hai. Un unico lato negativo, che poi proprio negativo non è: se paragonata ad un generatore di corrente a benzina o gasolio, che funziona ed eroga corrente in qualsiasi condizione meteo, il generatore solare o power station consente una minore autonomia data dal fatto che la ricarica dipende dalle condizioni meteo per il funzionamento dei pannelli solari o dalla presenza di un allaccio elettrico di tipo domestico a 220V.

Queste le caratteristiche principali della POWER STATION BLUETTI AC200P che abbiamo verificato:

2000Wh/2000W, pari a una resa effettiva di 1650W circa, con potenza di picco di 2000W (*) - 13 uscite - 5 modalità di ricarica (AC 220V; pannello solare; accendisigari; generatore; batteria al piombo) - Display LCD Smart Touch - Ricarica standard in 5.5 ore (350W AC) - Ricarica combinata in 2-2.5 ore (700W Solare + 500W AC) - Ricarica rapida in 2-2.5 ore: Adattatore AC doppio (500W) - Eco-friendly, senza utilizzo di gas, silenziosa grazie alle ventole a velocità variabile.

BLUETTI AC200P: test con lavatrice Whirpool

Abbiamo utilizzato la BLUETTI AC200P per un ciclo di lavaggio con lavatrice Whirpool a 30°C della durata di 1 h e 45 min. All’avvio del programma il display della BLUETTI AC200P indicava il 100% di carica (foto 1). A fine ciclo, il display indicava il 71% di carica restante (foto 2).

bluetti ac200p power station

foto1

 

utilizzo la bluetti ac200p per un ciclo di lavaggio

foto2

 

Quindi, cari amici camperisti, se vorrete portare la lavatrice in camper, con BLUETTI AC200P potrete finalmente farlo!

 

BLUETTI AC200P: test con piastra ad induzione Philips

bluetti ac200p power station

Abbiamo utilizzato la BLUETTI AC200P con una piastra ad induzione della Philips.

(*) Per testare la durata della power station, la piastra è stata impostata a 800W (consumo effettivo misurato con contatore di consumo esterno: 850W). La Power Station BLUETTI AC200P ha fatto funzionare ininterrottamente la piastra praticamente per 2 ore, senza necessità di collegare la power station a pannelli solari. La presenza di un trasformatore ad alta potenza di 2000W all’interno dell’unità rende possibile l’utilizzo della piastra ad induzione anche a 2000W (massima potenza della piastra), ovviamente per meno tempo.

Nota importante: se volete ricaricare il modello AC200P di BLUETTI tramite pannelli solari, la ricarica deve essere avvenire con una tensione minima di 35 V (e massima di 150 V); è possibile pertanto collegarla a: 3 o più pannelli da 12V aventi la stessa potenza e collegati in serie; 2 o più pannelli da 24V aventi la stessa potenza e collegati in serie; oppure 1 o più pannelli da 36V collegati in serie o in parallelo.

Vi rimandiamo alla scheda tecnica del prodotto BLUETTI AC200P per tutte le specifiche tecniche di questo modello e il relativo costo.

https://it.bluettipower.eu/products/bluetti-ac200p

Le nostre conclusioni finali

BLUETTI AC200P rappresenta la scelta ottimale per chi ha bisogno di utilizzare dispositivi elettrici per un tempo di durata medio-bassa (a seconda dell’assorbimento dell’elettrodomestico o apparecchio utilizzato), nonché di dispositivi elettronici grazie alla presenza di un inverter ad onda pura sinusoidale, requisito fondamentale per l’utilizzo di apparecchiature elettroniche delicate e sensibili. Consigliato ma non necessario l’acquisto dei pannelli fotovoltaici BLUETTI per le caratteristiche di portabilità, per un rendimento ottimale e per sfruttare il sole a qualsiasi ora del giorno.

kW e kWh: Qual è La Differenza? (Tranquilli, Non è Difficile)

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Se ultimamente state valutando l’installazione di un impianto fotovoltaico di certo vi sarete imbattuti nei termini kW e kWh, specialmente se l’imp...

Leggi di più

Guida All’Installazione Di Un Impianto Fotovoltaico

Scritto da BLUETTIPOWER IT

In questo articolo vi spiegheremo come progettare un impianto solare portatile in pochi semplici passaggi. Bando alle chiacchiere e cominciamo.

Leggi di più

Quali Sono Le Applicazioni Dell’Energia Solare?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

La lista degli usi dell’energia solare è infinita, e questo permette alle persone di interrogarsi su come utilizzare il solare.

Leggi di più