Lista nera fornitori energia elettrica: che cos'è? come uscirne?

lista neri fornitori energia elettrica

A riguardo delle bollette dell'energia elettrica, spesso ci si chiede che cosa succede in caso di un mancato pagamento o di un ritardo nello stesso. Uno degli aspetti più discussi a riguardo di questo argomento è la "lista nera fornitori energia elettrica", un elenco che include coloro che non rispettano le varie scadenze delle bollette. In questo articolo, esploreremo cos'è questa lista nera, come funziona e quali potrebbero essere le vie d'uscita da questa situazione.

Che cos'è una lista nera fornitori energia elettrica?

Il concetto di "lista nera" si riferisce a un elenco di individui o entità accomunati da una caratteristica comune, che in questo caso è rappresentata dalla morosità nei pagamenti. Sebbene questa pratica non sia nuova, essa ha preso spunto da settori economici precedentemente afflitti da problemi simili. Ad esempio, nel campo delle telecomunicazioni, le aziende di telefonia hanno implementato liste nere già a partire dal 2015.

Un'applicazione rilevante del concetto di lista nera è emersa nel contesto del settore energetico, specificamente per quanto riguarda i fornitori di energia elettrica e gas. Il 2 agosto 2017, il disegno di legge sulla concorrenza ha introdotto l'idea di creare una lista nera contenente i nominativi dei cattivi pagatori all'interno di questi due mercati.

L'obiettivo principale di tale proposta era affrontare un problema sempre più diffuso: il mancato pagamento delle bollette. Le conseguenze finanziarie di questa pratica sono state, infatti, notevoli, con perdite annuali stimate di circa 350 milioni di euro per l'energia elettrica e di 300 milioni di euro per il gas.

Questi impatti economici significativi hanno sollecitato la necessità di creare un database contenente i nomi delle persone inadempienti. Un tale strumento consente alle aziende di ridurre il rischio di non ricevere i pagamenti nel momento in cui intraprendono nuove transazioni commerciali con nuovi clienti.

Tuttavia, è importante sottolineare che al momento questa proposta è ancora in fase di valutazione e discussione. Non è stata, infatti, ancora attuata in maniera definitiva.

Oltre all'idea della lista nera, il disegno di legge sulla concorrenza ha avanzato altre proposte per migliorare il settore energetico. Tra queste vi è l'abolizione del regime di maggior tutela e l'adozione del solo mercato libero.

Questa transizione, che ha iniziato ad avere luogo a partire dal 1 gennaio 2023, mira a favorire la competizione tra diversi attori del mercato, portando a vantaggi evidenti anche per i consumatori finali.

La competizione stimolerà, infatti, le aziende a presentare offerte più convenienti al fine di attrarre nuovi clienti, mentre i consumatori potranno beneficiare di tariffe più basse, traducendosi in risparmi significativi alla fine di ogni mese.

lista nera bollette energia elettrica

Cosa succede se vengo inserito nella lista nera fornitori energia elettrica?

Se si finisce nella lista nera fornitori energia elettrica 2023, significa che si è stati identificati come cattivi pagatori a causa delle fatture non pagate o corrisposte in ritardo.

Risparmiare sulla bolletta elettrica con la batteria solare:
1. Copiare il codice: 50AC200PSEO
2. Navigare su BLUETTI
3. Incolla il codice al momento dell'acquisto di BLUETTI e otterrai uno sconto di 50 EUR. Il codice è scaduto nel 2024/6/25

Come abbiamo già citato in precedenza, non esiste ancora una vera e propria "lista nera" per i clienti morosi. Le compagnie di energia, invece, possono mantenere internamente un registro dei clienti che hanno accumulato debiti.

Nel caso in cui un cliente dovesse finire nella lista nera dei fornitori di energia, potrebbe affrontare una serie di conseguenze le quali potrebbero influenzare la sua capacità di gestire contratti futuri e il suo accesso ai servizi.

Ecco alcuni scenari possibili:

  • Durata dell'inclusione: Se un cliente non riesce a effettuare il pagamento di una o due bollette, potrebbe essere inserito nella lista nera per un periodo di 12 mesi. Nel caso in cui la morosità aumenti e le bollette non pagate raggiungano almeno tre, la sua inclusione nell'elenco potrebbe prolungarsi fino a 24 mesi.
  • Blocco dei nuovi contratti: Uno dei principali effetti di finire nella lista nera fornitori energia elettrica potrebbe essere l'impossibilità di attivare nuovi contratti con altre aziende fino a quando non verrà saldato l'importo completo dei debiti a proprio carico. Questo significa che il cliente moroso non avrà la possibilità di trasferire il proprio contratto a un nuovo fornitore finché non avrà regolarizzato la situazione economica con il fornitore precedente.
  • Rifiuto dell'approvazione di nuovi contratti: In aggiunta alla limitazione nell'attivazione di nuovi contratti, potrebbe verificarsi il rifiuto dell'approvazione da parte dei nuovi gestori. Ciò significherebbe che, nel momento in cui il cliente tenta di stipulare un contratto con un nuovo fornitore, potrebbe ricevere un diniego basato sulla sua presenza nella lista nera.

Tuttavia, queste possibili conseguenze sono solo delle ipotesi basate su analogie con altri settori (come quello delle telecomunicazioni) e il funzionamento e le regolamentazioni specifiche di una possibile lista nera per i fornitori di energia elettrica e gas potrebbero differire.

bollette energia elettrica

Per quanto tempo rimarrò nella lista nera fornitori energia elettrica?

Nel contesto di una lista nera nel settore dell'energia elettrica e del gas, sottolineiamo nuovamente che, al momento, non esiste un registro ufficiale dei clienti morosi.

Tuttavia, possiamo prendere spunto dalle tempistiche di segnalazione presenti nel CRIF, un sistema che raccoglie informazioni finanziarie consultabili da istituti di credito e altri enti. Esso offre indicazioni su come potrebbe funzionare la durata dell'inclusione nella lista nera per cattivi pagatori.

In linea generale, le tempistiche di segnalazione sono determinate in base alla gravità del ritardo nei pagamenti:

  • Nel caso di mancato pagamento di una o due rate, il periodo di segnalazione potrebbe essere di 12 mesi.
  • Nel caso di mancato pagamento di tre o più rate, il periodo di segnalazione potrebbe essere esteso a 24 mesi.

Come uscire dalla lista nera dei fornitori di energia elettrica?

Una volta finiti nella lista nera fornitori energia elettrica 2022 a causa di mancati pagamenti, è importante sapere che non esistono procedure specifiche per cancellarsi da tale elenco. Tuttavia, il modo migliore per evitare questa situazione è prevenire l'inclusione nella lista nera stessa. 

Come? Mantenendo una gestione finanziaria accurata e non trascurando mai il pagamento delle bollette.

La puntualità nei pagamenti rappresenta, infatti, il miglior strumento per evitare problemi finanziari e conseguenze come l'inclusione nella lista nera dei fornitori di energia elettrica. Assicurarsi di pagare le bollette entro le scadenze previste è essenziale per mantenere un buon rapporto con i fornitori di luce e gas, oltre che per preservare il proprio credito finanziario.

BLUETTI EP600/B500 Backup Domestico

Ora che sapete come evitare di finire nella lista nera, come potete risparmiare sulla bolletta dell'elettricità? BLUETTI EP600 B500 può aiutarvi a risparmiare sulla bolletta dell'elettricità. È in grado di collegarsi alla rete elettrica e di immagazzinare l'elettricità nei momenti di basso consumo e di costo, in modo da poterla utilizzare nei momenti di picco del consumo, quando i costi dell'elettricità sono molto elevati.

Posso cambiare fornitore dopo essere stato inserito nella lista nera energia elettrica?

È un equivoco comune pensare che cambiando fornitore e passando a un nuovo gestore energetico, si possa eludere il debito accumulato con il fornitore precedente. Tuttavia, è fondamentale chiarire che questo non è applicabile.

Anzi, esiste un meccanismo, noto come "corrispettivo Cmor", che è stato introdotto proprio per garantire che i debiti pendenti siano correttamente recuperati anche in caso di cambio di fornitore.

Il corrispettivo Cmor rappresenta un processo che permette al vecchio fornitore di recuperare il debito che il cliente ha accumulato durante il suo periodo di fornitura. Nel momento in cui si effettua il cambio di fornitore, il nuovo gestore aggiunge il corrispettivo Cmor alla bolletta del cliente. Questo importo è poi destinato al vecchio fornitore, consentendogli di recuperare il debito in sospeso.

È altrettanto essenziale sottolineare che, nel caso in cui una nuova persona subentri come inquilino all'interno di un contratto, non è tenuta a ereditare le morosità dell'intestatario precedente. Questo significa che l'inquilino può dichiarare al nuovo fornitore di non avere alcun legame con l'intestatario precedente del servizio di fornitura. In questo modo, il contatore verrà liberato tramite una cessazione amministrativa e potrà essere attivato con il fornitore di energia preferito.

Quale gestore energia elettrica è più conveniente nel 2023?

Nel 2023, diversi fornitori offrono tariffe competitive le quali possono fare la differenza sulle bollette dell'energia elettrica. Ecco una panoramica delle migliori offerte stipulabili ad agosto 2023:

Fornitore

Tariffa

Costo aggiuntivo al PUN (€/kWh)

Illumia

Luce Flex

+0,005 €/kWh

Sorgenia

Next Energy Sunlight Luce

+0,010 €/kWh

Octopus Energy

Tariffa non specificata

+0,016 €/kWh


La scelta del gestore più conveniente dipenderà dalle preferenze individuali e dai bisogni energetici della propria famiglia. È consigliabile valutare attentamente le varie tariffe, tenendo conto dei costi aggiuntivi rispetto al PUN e di eventuali vantaggi accessori, come servizi aggiuntivi o promozioni fisse.

Conclusione

In conclusione, la lista nera fornitori di energia elettrica rappresenta un elenco di persone che non hanno provveduto a pagare regolarmente le bollette dell'energia elettrica. È bene sottolineare che, attualmente, non esiste un processo per togliere il proprio nominativo da questa lista.

Evitare questa situazione è, quindi, molto importante e richiede una gestione finanziaria responsabile, oltre che il rispetto delle scadenze riportate all'interno delle bollette. Per ottimizzare i costi energetici, soluzioni innovative come il BLUETTI EP600/B500 Backup Domestico possono aiutare a ridurre i costi dell'elettricità grazie all'accumulo energetico intelligente.

Bonus Fotovoltaico FVG: Che Cos'è e Come Funziona?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il Bonus Fotovoltaico FVG è un incentivo promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia con l'obiettivo di supportare i cittadini nell'installazione ...

Leggi di più

BLUETTI AC180: energia a portata di mano

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Esistono soluzioni per cercare di venire incontro alla necessità di energia a bordo di un camper? La risposta è affermativa e una di queste si chia...

Leggi di più

Fine Mercato Tutelato Gas: Cosa Sapere e Cosa Fare?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il 31 dicembre 2023 è finito il servizio di tutela del gas per i clienti non vulnerabili e, di conseguenza, le condizioni economiche e contrattuali...

Leggi di più

Previsioni PUN 2023-2024: Qual sarà l'Andamento del Costo dell'Elettricità?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il PUN (Prezzo Unico Nazionale) rappresenta il valore di riferimento per il costo dell'elettricità all'interno del mercato all'ingrosso nel nostro ...

Leggi di più