Nuova Classe Energetica Elettrodomestici: Differenze tra il Vecchio e il Nuovo Modello

nuova classe energetica elettrodomestici

A partire dal 2021 è stata introdotta una nuova classe energetica elettrodomestici che aiuta a comprendere meglio il consumo di elettricità di ciascun apparecchio presente nelle nostre case. Vediamo nel dettaglio quali sono le differenze tra il vecchio e il nuovo sistema di classificazione.

Che cos'è la classe energetica degli elettrodomestici?

La classe energetica degli elettrodomestici è una classificazione basata sui valori dei consumi di energia di ciascun apparecchio ed è definita da precise norme stabilite dall'Unione Europea.

Questo valore è riportato su ogni singolo elettrodomestico mediante un'etichetta energetica. Essa è caratterizzata da lunghe frecce di lunghezza crescente e di colore diverso: la freccia più corta di colore verde rappresenta la classe energetica più alta e più efficiente, mentre quella più lunga di colore rosso indica la classe più bassa con un consumo energetico più elevato.

Ciascuna classe energetica è determinata dal consumo annuo espresso in kWh e per ogni tipo di dispositivo sono definite delle fasce apposite. I consumi di una lavatrice, infatti, non possono seguire le stesse regole per i consumi di un frigorifero.

Cambiamenti della classe energetica degli elettrodomestici nel periodo 1995-2024

La prima direttiva a riguardo della classe energetica degli elettrodomestici è stata redatta nel 1994. Venne, poi, resa obbligatoria solamente nel 1998, anno a partire dal quale tutti i rivenditori sono stati tenuti obbligatoriamente a mostrare in modo chiaro l'etichetta energetica su ogni singolo elettrodomestico posto in vendita.

Inizialmente, la classificazione andava dalla lettera A alla lettera D. Successivamente, grazie all'avanzamento tecnologico e alla riduzione dei consumi degli elettrodomestici, sono state introdotte ulteriori classi arrivando fino alla lettera G e aggiungendo alla classe A  i simboli “+”, “++”, “+++”. 

elettrodomestici di una cucina

Perché cambiare la vecchia classe energetica degli elettrodomestici?

La nuova classificazione energetica elettrodomestici con l'aggiunta dei segni "+" dopo la lettera A non è risultata ben comprensibile per il consumatore e, per questo motivo, la Comunità Europea ha deciso di introdurre una nuova etichetta energetica nel corso del 2021.

La maggior parte degli elettrodomestici in commercio, infatti, apparteneva alle classi che andavano dalla A+++ alla B. La CE ha, quindi, deciso di riscalare le vecchie etichette riprendendo la classificazione dalla A alla G.

Quali sono le caratteristiche dell'etichetta della nuova classe energetica elettrodomestici?

Il primo importante cambiamento della nuova etichetta energetica è la scomparsa del simbolo "+" dopo la lettera A per le nuove classi energetiche.

La nuova classificazione è stata introdotta dal Regolamento Europeo 2017/1369 e prevede una scala dalla A alla G in cui la lettera A di colore verde brillante indica la classe di massima efficienza energetica, mentre la lettera G di colore rosso indica la classe meno efficiente dal punto di vista energetico.

lavatrice

Confronto vecchia e nuova classificazione energetica elettrodomestici

Facendo un confronto vecchie e nuove classi energetiche elettrodomestici, si è effettuata una scalatura al fine di eliminare le classi A+, A++ e A+++ che creavano confusione nei consumatori.

La classe energetica G

La classe energetica G è rappresentata da una barra di colore rosso e si trova all'ultimo posto all'interno della classificazione. Essa indica la fascia con il maggior consumo energetico e comprende anche dispositivi poco ecologici. Corrisponde alla vecchia classe energetica A.

La classe energetica F

Molti si chiedono cosa vuol dire la classe energetica F elettrodomestici. La classe energetica F è rappresentata da una barra di colore arancio scuro e, nella classificazione, si trova sopra la lettera G. Essa indica degli elettrodomestici con un basso risparmio energetico e corrisponde alla vecchia classe energetica A+.

La classe energetica E

La classe energetica E è rappresentata da una barra di colore arancione chiaro e, nella classificazione, si trova sopra la lettera F. Essa corrisponde alla vecchia classe energetica A++ e, quindi, oggi vi appartengono la maggior parte degli elettrodomestici che abbiamo nelle nostre case.

La classe energetica D

La classe energetica D è rappresentata da una barra di colore giallo chiaro e, nella classificazione, si trova sopra la lettera E. Essa corrisponde alla vecchia classe energetica A+++.

La classe energetica C, B, A

Le classi energetiche C, B e A sono rappresentate rispettivamente da barre di colore verde lime per la lettera C, verde chiaro per la lettera B e verde scuro per la lettera A.

Esse rappresentano le nuove classificazioni introdotte dalla Comunità Europea e indicano dei dispositivi con un'elevata efficienza energetica. Al momento, sono ancora pochi gli elettrodomestici che rientrano all'interno di queste nuove fasce.

forno elettrico

Quali informazioni saranno riportate nella nuova etichetta energetica?

Oltre all'indicazione della classe energetica di appartenenza, all'interno dell'etichetta della nuova classificazione energetica elettrodomestici viene indicato anche il consumo energetico annuo del dispositivo (misurato in kWh), il suo consumo per 1.000 ore o 100 cicli sempre in kWh e un codice QR.

Questo codice QR rimanda alla banca dati europea da cui è possibile scaricare la scheda tecnica dettagliata relativa al prodotto.

La nuova etichetta energetica riporta in alto la bandiera della Comunità Europea con la scritta Energy la quale identifica l'etichetta. A fianco di questa scritta, è presente il codice QR dell'elettrodomestico.

Subito dopo è riportato il nome del brand e l'identificativo del modello del dispositivo a basso consumo energetico.

Vi è, poi, la rappresentazione della scala energetica con l'indicazione della classe a cui appartiene l'elettrodomestico. Per gli elettrodomestici intelligenti è, inoltre, presente l'icona "smart".

Sotto la classificazione delle nuove classi energetiche frigoriferi e delle nuove classi energetiche lavatrici sono riportate anche delle ulteriori informazioni relative ai consumi energetici e alla rumorosità. È, infine, è indicato il rispetto del regolamento europeo 2019/2017.

Differenza tra vecchia e nuova etichetta

Le principali differenze tra la vecchia e la nuova etichetta energetica sono:

  • Non sono più presenti le classi A+, A++ e A+++, ma si ritorna alla classificazione dalla lettera A alla lettera G;
  • È presente un codice QR per scaricare la scheda tecnica dell'elettrodomestico;
  • Sono indicati i valori relativi al consumo energetico e alla rumorosità;
  • È presente l'icona "smart" per indicare i dispositivi intelligenti.
frigorifero

Perché la classe energetica degli elettrodomestici è importante?

Gli elettrodomestici con un'alta classe energetica consumano meno energia elettrica per svolgere le stesse funzioni rispetto a quelli con una classe energetica più bassa.

Ciò si traduce in un notevole risparmio sulla bolletta elettrica e in un minore impatto ambientale in quanto ridurre il consumo di elettricità riduce anche le emissioni di gas serra necessari per la sua produzione.

A riguardo della bolletta relativa all'elettricità, è importante ricordare che molti contratti prevedono dei prezzi differenziati a seconda della fascia della giornata in cui avviene il consumo di energia. Generalmente, l'elettricità ha un costo maggiore durante il giorno, mentre il canone più economico lo si ha nel corso della notte (in cui generalmente i consumi sono ridotti).

Per ottenere un maggiore risparmio, ti consigliamo di considerare l'installazione di un sistema di accumulo come il nostro prodotto BLUETTI EP760.

BLUETTI EP760

Con questo dispositivo, potresti immagazzinare l'energia elettrica nel corso della notte (quando ha un costo più economico) e utilizzare questa riserva per alimentare gli elettrodomestici nella tua casa durante la giornata riducendo così la necessità di attingere dalla rete elettrica tradizionale nelle fasce orarie in cui l'elettricità ha un costo più elevato.

BLUETTI EP760 ha, infatti, una capacità di immagazzinamento modulare da 9920 Wh fino a ben 19840 Wh. In questo modo, potrà adattarsi facilmente alle esigenze di qualsiasi tipologia di famiglia. In aggiunta, questo prodotto può essere collegato anche a un sistema di pannelli solari sia da tetto che da balcone, offrendoti così la possibilità di sfruttare l'elettricità prodotta a partire da fonti di energia rinnovabili.

Conclusione

La nuova classe energetica elettrodomestici ha reso più comprensibile la classificazione relativi ai consumi di energia delle apparecchiature presenti nelle nostre case. Ha aggiunto, inoltre, delle maggiori informazioni per aiutarci a comprendere meglio l'effettivo consumo di ogni singolo apparecchio.

Ricordiamo, infine, che per risparmiare ulteriormente sui costi dell'energia elettrica, si potrebbe optare per l'installazione di un sistema di accumulo come il BLUETTI EP760 che consente di immagazzinare elettricità nel momento in cui ha un prezzo al kWh più basso e di utilizzare questa riserva nel corso della giornata riducendo la dipendenza dalla rete elettrica tradizionale nei momenti in cui l'elettricità ha un costo maggiore.

Bonus Fotovoltaico FVG: Che Cos'è e Come Funziona?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il Bonus Fotovoltaico FVG è un incentivo promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia con l'obiettivo di supportare i cittadini nell'installazione ...

Leggi di più

BLUETTI AC180: energia a portata di mano

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Esistono soluzioni per cercare di venire incontro alla necessità di energia a bordo di un camper? La risposta è affermativa e una di queste si chia...

Leggi di più

Fine Mercato Tutelato Gas: Cosa Sapere e Cosa Fare?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il 31 dicembre 2023 è finito il servizio di tutela del gas per i clienti non vulnerabili e, di conseguenza, le condizioni economiche e contrattuali...

Leggi di più

Previsioni PUN 2023-2024: Qual sarà l'Andamento del Costo dell'Elettricità?

Scritto da BLUETTIPOWER IT

Il PUN (Prezzo Unico Nazionale) rappresenta il valore di riferimento per il costo dell'elettricità all'interno del mercato all'ingrosso nel nostro ...

Leggi di più